Piazza Affari chiude in rialzo, le banche confermano il trend positivo -1-

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 07/02/2011 - 17:42
La Borsa di Milano ha chiuso la prima seduta della settimana in rialzo, confermando la buona intonazione degli ultimi tempi. Il Ftse Mib, dopo il rally di gennaio (+12%), oggi ha sfiorato i 23.000 punti per poi raffreddarsi dopo la pubblicazione del dato sugli ordini all'industria manifatturiera tedesca, che a dicembre hanno mostrato una flessione del 3,4%. Gli analisti dopo il +5,2% della precedente rilevazione avevano pronosticato un calo dell'1,8%. Ma l'andamento tonico di Wall Sreet ha fatto tornare gli acquisti sul listino meneghino. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,77% a 22.793 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato del 0,82% a quota 23.391.

Tonico il comparto bancario che ha praticamente ignorato l'analisi odierna di Mediobanca che ha tagliato la raccomandazione sul settore europeo a underperform dal precedente neutral. Gli esperti di piazzetta Cuccia hanno abbassato le loro stime di eps per il biennio 2011-2012 di circa 5 punti percentuali tenendo conto dei più alti costi che gli istituti di credito dovranno affrontare per finanziarsi. Ma gli investitori hanno snobbato l'avvertimento: Monte di Paschi ha guadagnato il 3,93% a 0,952 euro, Banco Popolare il 4,06% a 2,75 euro, Unicredit l'1,17% a 1,906 euro, Popolare di Milano l'1,29% a 3,14 euro, Intesa SanPaolo lo 0,40% a 2,517 euro, Ubi Banca lo 0,46% a 7,72 euro. Bene anche Mediobanca che, secondo Intermonte, "è meglio posizionata rispetto alle altre banche retail per evitare brutte sorprese nei profitti operativi ed eventualmente per beneficiare di una ripresa nell'M&A e nelle Ipo durante la seconda parte del 2011".
COMMENTA LA NOTIZIA