Piazza Affari chiude in rialzo dopo il tonfo di ieri, Mps ancora sotto pressione -2-

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 30/03/2012 - 17:41
Mps (-1,65% a 0,316) ancora sotto pressione dopo il tracollo di ieri in scia all'annuncio di una maxi perdita nel 2011 di 4,69 miliardi di euro. Nel resto del comparto sono finite in territorio negativo Intesa SanPaolo (-0,37% a 1,344 euro), Mediobanca (-0,99% a 4,404 euro), Unicredit (-0,11% a 3,756 euro). In positivo, invece, Popolare di Milano (+4,61% a 0,417 euro), Ubi Banca (+2,12% a 3,178 euro), Banco Popolare (+0,71% a 1,422 euro). Bene Saipem, che ha mostrato un progresso del 2,16% a 38,73 euro, dopo esseresi aggiudicata nuovi contratti nella divisione "offshore construction" per 700 milioni di dollari. Positiva Eni (+0,86% a 17,59 euro) che ha annunciato ieri la firma di una serie di accordi con Amorim Energia che permetteranno l'uscita graduale dalla portoghese Galp. Dopo tre sedute di rialzi consecutivi Finmeccanica ha tirato il freno lasciando sul parterre lo 0,78% a 4,06 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA