1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo con banche e oil, male Ferragamo

QUOTAZIONI Banco Bpm
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in rialzo trascinata dal settore bancario e dal comparto petrolifero, galvanizzato dal balzo delle quotazioni del greggio sui massimi del 2016 dopo l’apertura di Vladimir Putin al sostegno della Russia nel limitare la produzione di petrolio. Dopo una partenza difficile, il listino milanese ha cambiato rotta dopo il balzo della produzione industriale italiana, che ad agosto è aumentata dell’1,7% toccando i massimi degli ultimi cinque anni. Sul mercato valutario da segnalare la sterlina ancora sotto pressione dopo il flash crash di venerdì scorso e la risalita del peso messicano in scia alle difficoltà di Donald Trump. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo dell’1,38% a 16.632 punti.

Gli acquisti hanno premiato i titoli del comparto bancario: Popolare di Milano ha guadagnato il 5,95% a 0,416 euro, Banco Popolare il 6,31% a 2,36 euro, Intesa SanPaolo lo 0,60% a 2,014 euro e Ubi Banca l’1,72% a 2,244 euro. Nel comparto finanziario brillante performance di Azimut che ha chiuso con un balzo del 4,27% a 15,14 euro. Il rally delle quotazioni del petrolio, che si è portato sui massimi del 2016, si è fatto sentire anche sul listino milanese dove Eni ha mostrato un rialzo del 2,33% a 13,60 euro, mentre Saipem è avanzata del 3,21% a 0,401 euro.

Positiva STM (+1,08% a 7,51 euro) con Baird che ha portato la raccomandazione a outperform dal precedente neutral. Positiva anche la conferma dell’outperform da parte di Exane con il titolo che resta tra i preferiti nel comparto semiconduttori della casa d’affari francese. Maglia nera per Ferragamo (-1,46% a 22,20 euro) in scia alla bocciatura arrivata dagli analisti di Goldman Sachs. Gli esperti del colosso bancario statunitense hanno tagliato il giudizio sulla maison fiorentina del lusso a neutral, togliendola dalla loro “Pan-Europe Buy List” e fissando il target price a 22,80 euro.