Piazza Affari chiude in rialzo, brillano A2A e Mediolanum. Bene le banche

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 28/01/2013 - 17:51
Quotazione: A2A
Quotazione: MEDIOLANUM
Quotazione: FCA CHRYSLER
La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo aumentando i guadagni dopo il dato sugli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti, che hanno registrato a dicembre una crescita del 4,6% rispetto al mese precedente. Gli analisti si aspettavano un rialzo del 2% dopo il +0,7% di novembre. A favorire gli acquisti, che si sono concentrati sul comparto finanziario, anche la decisione di Fitch di rimuovere il rischio di breve termine che pendeva sulla tripla A statunitense. Secondo l'agenzia di rating, l'accordo raggiunto dal Congresso per la sospensione temporanea del limite massimo del debito pubblico consente all'amministrazione Obama di focalizzarsi sulle misure fiscali necessarie a piazzare le finanze pubbliche su un sentiero sostenibile. In questo quadro a Piazza Affari, dome in settimana inizierà la stagione delle trimestrali, l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,96% a 17.897 punti.

Gli acquisti hanno premiato i titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 3,37% a 1,563 euro, Intesa SanPaolo il 2,62% a 1,525 euro, Mediobanca l'1,91% a 5,595 euro, Unicredit l'1,84% a 4,758 euro, Ubi Banca l'1,49% a 3,95 euro. Il Monte dei Paschi ha diminuito la spinta rialzista nel pomeriggio arrivando a chiudere con un +0,65% a 0,261 euro. A2A ha svettato sul paniere principale con un balzo del 5,94% a 0,479 euro dopo la lettera all'investitore pubblicata su Il Sole 24 Ore che indica per il 2012 un Ebitda di oltre 1,03 miliardi di euro e un debito tra 4,5 e 4,6 miliardi. Mediolanum ha mostrato un progresso del 4,52% a 4,714 euro in scia all'upgrade di Deutsche Bank che ha alzato il giudizio sul gruppo di Ennio Doris a buy. Tra i finanziari acquisti anche su Generali che ha guadagnato lo 0,99% a 14,25 euro. Bene Fiat (+2,25% a 4,72 euro) che mercoledì diffonderà i conti del 2012. Gli analisti prevedono per il Lingotto un utile netto 2012 pari a 1,3 miliardi di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA
rosario 2016 scrive...
giocar46 scrive...
giocar46 scrive...
 

A2A

A2a