1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in rialzo, balzo del comparto finanziario. Domani la Bce -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo grazie alla ritrovata vena del comparto finanziario. Da questa sera gli occhi degli investitori sono tutti rivolti a Francoforte, dove domani la Bce si appresta a rivedere al rialzo i tassi d’interesse battendo per la prima volta sul tempo gli americani della Federal Reserve. L’Eurotower dovrebbe muoversi in anticipo per contrastare il crescente surriscaldamento dei prezzi al consumo che nell’Eurozona risultano già da 4 mesi sopra il livello di guardia del 2% (2,6% il livello raggiunto a marzo), complice principalmente il caro-materie prime. I tassi sono invariati all’1% dal maggio 2009 e domani potrebbero salire all’1,25%. In una giornata ricca di importanti spunti societari, a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l’1,21% a 22.326 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell’1,09% a quota 23.023.

Dopo giorni di persistente debolezza sono tornati gli acquisti sul comparto bancario. Intesa San Paolo è volata con un +5,35% a 2,244 euro nel giorno dell’annuncio dell’aumento di capitale da 5 miliardi di euro e del nuovo piano industriale. Rialzi sostenuti anche per Monte dei Paschi (+4,69% a 0,916 euro), Ubi Banca (+3,96% a 6,17 euro), Popolare di Milano (+3,81% a 2,78 euro), Banco Popolare (+3,31% a 2,188 euro) e Unicredit (+3,46% a 1,79 euro). Ma la maglia rosa del Ftse Mib è stata conquistata da Fondiaria-Sai (+6,17% a 6,36 euro) in scia alle indiscrezioni di stampa secondo cui i francesi di Groupama, nonostante lo stop della Consob che aveva imposto l’obbligo della doppia Opa, sarebbero decisi a rientrare nella partita acquistando direttamente una quota fino al 18% di Fonsai. Ma la notizia del giorno sono le dimissioni di Cesare Geronzi dalla presidenza delle Generali.