Piazza Affari chiude in rialzo, attesa per esito elezioni di mid term e Fed -1-

Inviato da Redazione il Mar, 02/11/2010 - 17:45
La Borsa di Milano è rimbalzata confortata dall'andamento positivo di Wall Street. Oggi tutti i riflettori sono puntati verso gli Stati Uniti, dove gli americani sono chiamati alle urne per rinnovare l'intera Camera, un terzo del Senato e 37 governatori su 50. L'ultima rilevazione Gallup a livello nazionale è impietosa nei confronti di Barack Obama e accredita i democratici al 40%, mentre i repubblicani sono visti al 55%. L'attenzione degli operatori è inoltre focalizzata sul meeting della Federal Reserve, che si concluderà domani, da cui dovrebbe uscire il nuovo piano di quantitative easing. Le ultime aspettative degli investitori, alimentate da un recente articolo del Wall Street Journal, parlano di un piano di poche centinaia di miliardi di dollari. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l'1% a 21.397 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,87% a quota 22.000.

Seduta positiva per Telecom Italia in attesa dei conti del terzo trimestre che verranno pubblicati giovedì. Il titolo del gruppo tlc ha chiuso in rialzo del 2,01% a 1,114 euro. Bene il comparto oil in scia alla risalita del prezzo del petrolio, che oggi sfiora gli 84 dollari al barile. Saipem ha così realizzato +2,39% a 32,56 euro, Eni +0,74% a 16,27 euro. Contrastato il comparto bancario. Unicredit ha guadagnato il 2,38% a 1,848 euro. Da oggi i clienti di Banco di Sicilia, Banca di Roma e delle altre controllate inglobate nel "bancone" entreranno nelle filiali, tutte uguali, di Unicredit. Ha aperto i battenti la Banca Unica di Piazza Cordusio. Il piano di integrazione delle banche-reti domestiche fortemente voluto da Alessandro Profumo sulla carta dovrebbe portare a un miglioramento nell'efficacia e nelle tempistica delle risposte operative. In positivo anche Ubi Banca (+2,09% a 7,57 euro), Intesa SanPaolo (+1,10% a 2,517 euro), mentre la Popolare di Milano ha chiuso piatta a 3,28 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA