Piazza Affari chiude in profondo rosso, Ftse Mib cede il 4,5%. Brilla solo Bpm -1-

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 22/09/2011 - 17:45
Giornata nera per le principali Borse europee, con Milano che non è sfuggita al sell-off globale. Caduta libera anche per Wall Street dopo che ieri sera la Fed aveva sottolineato rischi significativi per l'outlook economico. I recenti indicatori, ha scritto nel comunicato la Banca Centrale Usa, indicano una costante debolezza per il mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione sempre elevato e il mercato immobiliare depresso. Sul mercato si fa sempre più pressante il tema della liquidità delle banche del Vecchio Continente. Ieri, infatti, sono arrivati due macigni sul comparto del credito: Standard & Poor's, dopo aver declassato il debito italiano, ha tagliato il rating di sette banche del Belpaese, mentre la Bce ha prestato 500 milioni di dollari ad una grande banca francese. Lo spread Btp-Bund, dopo essere rimasto per quasi tutta la giornata sopra i 400 punti base, si è lievemente ristretto pur restando su livelli molto alti nonostante l'attivismo della Bce sul secondario. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto il 4,52% a 13.481 (minimo intraday) punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 4,62% a quota 14.320.
COMMENTA LA NOTIZIA