Piazza Affari chiude in profondo rosso, cadono le banche. Vola lo spread -1-

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 11/06/2012 - 17:41
Seduta da dimenticare per la Borsa di Milano che, dopo un avvio sprint in scia al piano Ue da 100 miliardi di euro per ricapitalizzare le banche spagnole, ha virato bruscamente in negativo registrando la peggiore performance tra le piazze europee. A sgonfiare il rally l'appoggio della Merkel all'ipotesi di introdurre la Tobin Tax e, soprattutto, i dubbi dei broker su chi sarà il prossimo focolaio di crisi della zona euro. Secondo Citi, viste le deboli prospettive dell'economia italiana "il Paese rimane suscettibile alle oscillazioni dei rendimenti e con un aggravarsi delle tensioni sui mercati finanziari l'Italia chiederà con molte probabilità qualche forma di intervento da parte di Bce, EFSF/ESM e Fmi". Tensione alle stelle sul secondario, dove lo spread Btp-Bund è schizzato a 470 punti base con il rendimento del bond decennale tornato al 6%. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto il 2,79% a 13.070 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,48% a quota 14.047.
COMMENTA LA NOTIZIA