Piazza Affari chiude in positivo, Fiat superstar di giornata -2-

Inviato da Redazione il Mer, 21/07/2010 - 17:51
Quotazione: TELECOM ITALIA
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: ITALCEMENTI
Quotazione: MEDIASET
Italcementi ha guadagnato il 2,70% a 6,09 euro. A sostenere l'azione è la speculazione: secondo indiscrezioni di stampa, la società sarebbe alle prese con un rifinanziamento di 600 milioni di debiti, che riguarderebbe anche la controllata francese Ciments Francais. Il Sole 24 Ore ha scritto che Italcementi avrebbe rifinanziato un parte importante del debito e avrebbe avviato la riorganizzazione finanziaria annunciata spostando la tesoreria dalla Francia all'Italia. Al maxi rifinanziamento sono stati invitati 15 istituti, tra cui banche italiane come Intesa Sanpaolo e UniCredit, e l'intenzione è quella di chiudere, o quanto meno definire, l'operazione entro l'estate.

Deboli i bancari in attesa dell'esito degli stress test che verranno pubblicati venerdì a mercati chiusi. Banco Popolare ha guadagnato lo 0,06% a 4,49 euro, Popolare di Milano lo 0,20% a 3,73 euro, Ubi Banca lo 0,25% a 7,88 euro. Mps ha ceduto lo 0,32% a 0,937 euro. Intesa SanPaolo è invece scivolata sul fondo del paniere principale con un ribasso dell'1,38% a 2,317 euro, mentre Unicredit ha strappato un +0,66% a 1,988 euro. La Commissione Europea ha dato il via libera a Sky Italia per entrare nel digitale terrestre. Con alcuni paletti da rispettare: a Sky potrà essere assegnata non più di una frequenza e dovrà trasmettere per i prossimi 5 anni solo canali in chiaro (non a pagamento). Mediaset (+0,70% a 4,64 euro) ha reagito a muso duro presentando un ricorso alla Corte di Giustizia Europea. Telecom è rimbalzata (+2,62% a 0,94 euro) alla vigilia di un nuovo incontro tra Governo e sindacati sul piano aziendale e i 3.700 esuberi del gruppo tlc.
COMMENTA LA NOTIZIA