Piazza Affari chiude in positivo, bene Enel e Saipem. Debole il comparto bancario -2-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 13/04/2011 - 17:43
Enel continua a brillare a Piazza Affari, dove ha segnato un +1,94% a 4,63 euro. L'azione del colosso elettrico ha sovraperformato il comparto delle utility europee del 17,5% negli ultimi 12 mesi e del 28,8% negli ultimi 2 anni. A favorire l'ascesa del titolo, nelle ultime sedute hanno contribuito i giudizi positivi di JP Morgan e Credit Suisse. La banca d'affari Usa ha ribadito la raccomandazione overweight alzando il target price a 5,5 euro da 5 euro, mentre il broker svizzero ha portato il rating a outperform da neutral e il prezzo obiettivo a 5 euro dal precedente 4,15 euro. Saipem (+1,08% a 37,47 euro) brillante con investitori e case d'affari già proiettati al prossimo 20 aprile, quando la controllata di Eni pubblicherà i risultati relativi al primo trimestre 2010. "Ci aspettiamo un quarter soddisfacente e che supporta la nostra stima di utile per l'intero 2011 a 952 milioni di euro (+13%, mentre guidance +5% e consensus +7%)", ha azzardato Equita nella nota odierna. Altra notizia calda di giornata la scelta di Snam Rete Gas (+0,79% a 4,07 euro) di non ritenere strategica la fusione con Terna (+0,59% a 3,414 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA