1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in negativo, Finmeccanica maglia nera. Male anche Telecom e Mediaset. Svetta Mps -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in territorio negativo una seduta caratterizzata dalle voci, riportate nel fine settimana dal Der Spiegel, sul tetto anti-spread ideato dalla Bce. Dopo un avvio positivo la presa di posizione della Bundesbank ha placato gli entusiasmi. Nel report di agosto, la Buba ha ribadito la propria posizione critica verso un eventuale piano di intervento della Bce sul mercato dei bond per ridurre i rendimenti dei titoli di Stato dei Paesi in difficoltà. Inoltre, la stessa Bce ha definito fuorviante parlare di decisioni che non sono ancora state discusse dal proprio Consiglio direttivo. Sul secondario lo spread Btp-Bund, dopo una discesa sotto quota 415 punti base, è ritornato in area 430 punti base. E così a Piazza Affari l’indice Ftse Mib, dopo aver toccato un massimo intraday a 15.345 punti, ha chiuso con un ribasso dell’1,01% a 14.971 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …