Piazza Affari chiude in moderato ribasso l'ultima seduta della settimana -2-

Inviato da Redazione il Ven, 10/12/2010 - 17:42
Nella stessa nota Buzzi Unicem ha annunciato che la controllata RC Lonestar Inc. ha deciso di svalutare il valore contabile degli immobili, impianti e macchinari situati presso lo stabilimento di Oglesby (Illinois), destinati alla produzione di clinker e cemento. Bulgari ha svettato sul paniere principale di Piazza Affari con un balzo del 3,99% a 7,95 euro, seguita a ruota da A2A che ha guadagnato il 3,26% a 1,078 euro. Ordini di acquisto oggi su Fiat dopo la sbandata della vigilia. Il titolo del Lingotto ha guadagnato lo 0,55% a 14,55 euro. Alla proposta di Confindustria alla Fiat di Federauto, Marchionne annuncia una risposta che non dà adito alla fantasia. "Per la Fiat questa joint venture con Chrysler, se va avanti, non deve far parte di Confindustria". Lo ha detto l'Ad della casa auto torinese, parlando con i cronisti a New York.

Standard & Poor's ha confermato il rating a lungo termine di Enel (piatta a 3,787 euro) ad A- e il rating a breve termine ad A-2, ribadendo l'outlook stabile. L'agenzia di valutazione ha riconosciuto la capacità del colosso elettrico italiano di completare il piano di dismissioni che permetterà una riduzione del debito entro il 2010 a 45 miliardi di euro. Standard & Poor's ha però tagliato il profilo di credit "stand alone" di Enel a BBB+ dal precedente A-, tenendo conto dei ritardi registrati nella cartolarizzazione del deficit tariffario in Spagna a causa delle attuali difficili condizioni di mercato, nonché dei conseguenti effetti per i crediti vantati al riguardo dalla controllata spagnola Endesa. S&P ha inoltre sottolineato che anche i rating assegnati alle varie emissioni obbligazionarie e ai commercial papers di Enel rimangono immutati.
COMMENTA LA NOTIZIA