Piazza Affari chiude in moderato ribasso, male il settore assicurativo -1-

Inviato da Redazione il Gio, 16/12/2010 - 17:42
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato ribasso, ancora una volta trascinata al ribasso dalle vendite che hanno colpito il comparto finanziario. All'indomani della decisione di Moody's di mettere sotto osservazione il rating della Spagna per un possibile downgrade, i tassi d'interesse sui Titoli di Stato spagnoli hanno raggiunto i livelli più alti dal 1997. La Bce ha varato un aumento di capitale da 5 miliardi euro e la quota spettante alla Banca d'Italia sarà di circa 624 milioni di euro. Nel frattempo, è iniziato oggi il vertice Ue che discuterà dell'introduzione del Fondo permanente salva-Stati, che dovrebbe partire dal giugno del 2013. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse mib ha ceduto lo 0,21% a 20.366 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,18% a quota 21.084.

Ancora vendite sul comparto finanziario. Royal Bank of Scotland ha avviato la copertura sul Monte dei Paschi, Popolare di Milano e Ubi Banca. E la raccomandazione è quella di vendere (sell). "Noi sappiamo che esistono specifici fattori che mitigano il rischio sul debito sovrano italiano - ha scritto il broker britannico nella nota odierna -, ma restiamo cauti sulle prospettive delle banche italiane fino a quando i problemi dei Paesi periferici non saranno risolti". I titoli dei tre istituti di credito hanno chiuso in deciso ribasso a Piazza Affari: Popolare di Milano ha ceduto il 2,55% a 2,68 euro, Ubi Banca l'1,89% a 6,74 euro, Monte dei Paschi l'1,85% a 0,849 euro. Male anche Unicredit (-0,86% a 1,61 euro), mentre il Banco Popolare ha chiuso piatto a 3,39 euro mentre Intesa SanPaolo ha strappato un +0,23% a 2,15 euro. Non sono andati meglio gli assicurativi: Fondiaria Sai ha lasciato sul parterre il 4,77% a 5,99 euro, Unipol il 3,56% a 0,46 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA