1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato ribasso, in rosso il comparto bancario -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in moderato ribasso la prima seduta della settimana con l’attenzione degli investitori rivolta soprattutto alla presentazione del budget fiscale 2012 da parte dell’amministrazione Obama. Il governo degli Stati Uniti ha ridotto le previsioni di crescita del Pil Usa nel biennio 2011-2012. Il tasso di espansione è indicato al 2,7% nel 2011, contro precedenti stime poste al 3,6%. Nel 2012 le attese sono per un +3,6% contro un +4,2% ipotizzato in precedenza. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,26% a 22.637 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,20% a quota 23.260. E’ finito in rosso il comparto bancario. Citigroup ha tagliato la raccomandazione su Ubi Banca e Intesa SanPaolo a hold dal precedente buy. E così il titolo Ubi ha ceduto l’1,74% a 7,32 euro, mentre quello della banca guidata da Corrado Passera ha lasciato sul parterre l’1,12% a 2,42 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …