1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato rialzo, vola il comparto del cemento -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta sotto la parità in una giornata caratterizzata da numerosi cambi di direzione. Sul mercato si sono riaffacciati i timori di un rallentamento della ripresa globale dopo la mossa della Banca centrale cinese di alzare nuovamente i tassi d’interesse. Il listino meneghino aveva però recuperato terreno dopo le parole di Bernanke, che ha mostrato una buona dose di ottimismo in scia agli ultimi dati sulla disoccupazione Usa, scesa a gennaio al 9%. Ma il numero uno della Fed ha subito precisato che il tasso dei senza lavoro rimarrà ancora elevato per molto tempo. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,22% a 22.683 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,15% a quota 23.314.

E’ volato il comparto del cemento. I conti preliminari 2010 di Buzzi Unicem hanno deluso gli analisti ma il titolo, dopo aver perso ieri l’1,50%, è balzato oggi in vetta al paniere principale con un vigoroso +7,05% a 10,18 euro. Il fatturato del gruppo piemontese è stato lievemente migliore delle attese, attestandosi a 2,65 miliardi (consesus 2,62 miliardi), mentre l’Ebitda ha mancato le previsioni subendo una flessione del 23% a 400 milioni di euro. Gli ultimi tre mesi del 2010 hanno però confermato la ripresa dei volumi iniziata nel corso del terzo trimestre, soprattutto in Polonia (+7%), Ucraina (+11%) e Russia (+35%). Per quanto riguarda la guidance 2011 il management si è limitato a fornire un’indicazione qualitativa di Ebitda in crescita rispetto al 2010. “Confermiamo la nostra view (hold con prezzo obiettivo a 8,2 euro) – ha scritto Equita-. Il newsflow fondamentale non sostiene il recente rimbalzo del titolo e ci aspettiamo quindi un periodo di underperformance”. A ruota di Buzzi l’altro titolo del comparto, ovvero Italcementi che ha guadagnato il 3,92% a 6,63 euro.