1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato rialzo una seduta senza verve

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in lieve rialzo una seduta senza verve in un clima con pochi scambi prima della pausa di Ferragosto. Poco mossa anche Wall Street che ieri aveva nuovamente aggiornato i massimi storici. La giornata è stata contrassegnata da numerosi spunti macroeconomici. Prima dell’apertura in Cina la produzione industriale e le vendite al dettaglio hanno mostrato a luglio una crescita più lenta del previsto, mentre il Pil tedesco del secondo trimestre (+0,4%) ha battuto le attese. Crescita zero per l’economia italiana. Nel secondo trimestre il Pil tricolore è rimasto invariato, mentre nell’Eurozona è aumentato dello 0,3%. Invariate a luglio le vendite al dettaglio Usa. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo dello 0,17% a 16.997 punti.

Positivi i titoli del comparto bancario: Montepaschi ha guadagnato l’1,25% a 0,251 euro, Intesa SanPaolo lo 0,30% a 1,976 euro, Ubi Banca l’1,35% a 2,394 euro e Unicredit l’1,05% a 2,116 euro. In controtendenza la Popolare dell’Emilia Romagna che ha perso l’1,40% a 3,516 euro. Ben comprata Buzzi Unicem (+2,30% a 19,60 euro) che si è portata sui massimi dal maggio 2008. Ieri in una nota gli esperti di Exane avevano evidenziato come “la generazione dei cash flow della società è destinata ad aumentare drasticamente. I grandi investimenti in America e in Messico termineranno quest’anno”. Gli analisti di Equita hanno confermato il giudizio buy su FCA (-0,08% a 6,155 euro) limando però il target price da 9,17 da 8,9 euro. Gli esperti hanno sottolineato come il Lingotto tratti a multipli 2016-2017 bassi in valore assoluto e a sconto rispetto agli ultimi cinque anni. La maglia nera sul Ftse Mib è stata indossata da Recordati che ha lasciato sul parterre il 2,73% a 27,81 euro.