1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato rialzo, Mediobanca svetta dopo i conti -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato rialzo, nonostante la debolezza del comparto bancario. Tra voci e smentite su un piano aggiuntivo di aiuti per la Grecia da 60 miliardi di euro, i rappresentanti del Fmi, Ue e Bce hanno iniziato oggi ad Atene una serie di incontri con i rappresentanti del Governo ellenico in vista della concessione della quinta tranche del maxi piano da 110 miliardi di euro concesso lo scorso anno. Le pressioni inflazionistiche non mollano la Cina: ad aprile l’indice dei prezzi al consumo è cresciuto del 5,3%, in lieve diminuzione rispetto al +5,4% di marzo, ma su livelli ancora elevati che fanno pensare ad un’ulteriore stretta monetaria da parte di Pechino. La produzione industriale è aumentata del 13,4%, sotto le attese che indicavano un rialzo del 14,6%. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,21% a 22.031 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,17% a quota 22.741.

Mediobanca ha svettato sul paniere principale con un rialzo del 2,58% a 7,76 euro accelerando dopo la pubblicazione dei conti. Nei primi nove mesi dell’esercizio l’istituto di piazzetta Cuccia ha registrato un utile netto in aumento del 18% annuo a 418,9 milioni, spinto dall’andamento del margine di interesse (+20,9%, da 661,3 a 799,8 milioni) e dal calo delle rettifiche su crediti e titoli. I ricavi sono rimasti sostanzialmente stabili sopra gli 1,55 miliardi di euro. Il patrimonio netto è stabile a 6,6 miliardi, mentre il Core Tier 1 è aumentato all’11,3% dall’11,1% di fine 2010. Stesso discorso per Enel Green Power (+1,19% a 1,95 euro) che ha battuto le attese degli analisti e ha confermato gli ambiziosi target del piano industriale 2011-2015, che prevede un Ebitda di 2 miliardi di euro nel 2013 e di 2,4 miliardi nel 2015.