1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato rialzo, in luce i titoli del risparmio gestito

QUOTAZIONI Azimut
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in moderato rialzo nel giorno in cui la Bce ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita dell’Eurozona ma ha rassicurato i mercati dopo le elezioni in Italia. Dopo aver lasciato i tassi invariati allo 0,75%, Mario Draghi ha annunciato che quest’anno il Pil della zona euro dovrebbe attestarsi tra -0,9% e -0,1% rispetto al precedente range -0,9%/+0,3%. Draghi ha esortato ancora i Governi a proseguire sulla strada delle riforme. Questa mattina la BoJ ha lasciato invariata la sua politica monetaria. Una decisione attesa prima dell’insediamento del nuovo governatore Karuda, che dovrebbe avviare una politica più aggressiva di stimolo monetario. Secondo il Beige Book della Fed, l’economia Usa è cresciuta in febbraio ad un tasso moderato dal precedente modesto e il mercato immobiliare si è rafforzato. In questo quadro sul secondario lo spread è sceso a 310 punti base, mentre a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,30% a 15.947 punti.

Brillante performance dei titoli del risparmio gestito: Mediolanum ha guadagnato il 4,58% a 4,336 euro, Azimut è avanzata del 5,72% a 13,50 euro. Quest’ultima ha chiuso il 2012 con un utile netto raddoppiato a 160,6 milioni di euro contro gli 80,4 milioni dell’esercizio precedente. Tra le banche è stata ben comprata il Monte dei Paschi (+7,30% a 0,213 euro), mentre hanno chiuso in rosso Intesa SanPaolo (-1,51% a 1,243 euro), Unicredit (-0,41% a 3,844 euro) e Banco Popolare (-1,29% a 1,151 euro). Eni ha mostrato un progresso dell’1,46% a 18,11 euro in scia all’indiscrezione riportata dalle agenzie di stampa internazionali secondo cui la compagnia di Stato cinese, Cnpc, potrebbe essere interessata a rilevare il 20% del campo in Mozambico per circa 4 miliardi di dollari. Campari ha chiuso la seduta con un -2,65% a 5,88 euro dopo aver archiviato il 2012 con un utile netto in calo dell’1,6% a 156,7 milioni di euro. Autogrill (-1,66% a 9,505 euro) poco mossa dopo i conti 2012 da cui è emerso un utile netto a 96,8 milioni di euro, in calo rispetto ai 126,3 milioni realizzati nel 2011.