1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in moderato rialzo, bene le banche. Arretra FCA

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in moderato rialzo riducendo i guadagni nel pomeriggio in scia al debole andamento di Wall Street. Fari puntati questa sera per la pubblicazione dei verbali relativi all’ultima riunione della Federal Reserve. “Sarà importante capire come i diversi membri della Fed stiano leggendo le attese sull’inflazione e come di conseguenza si stiano indirizzando le preferenze sul rialzo dei tassi”, affermano gli esperti di Mps Capital Services. Le prime due sedute della settimana erano state sostenute prima dalle parole di Mario Draghi, che ha aperto all’acquisto di titoli di Stato da parte della Bce, e poi dall’indice Zew tedesco, salito per la prima volta dopo undici mesi di ribassi. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso con un rialzo dello 0,13% a 19.379 punti.

Acquisti sui titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato l’1,58% a 10,23 euro, Popolare di Milano l’1,08% a 0,56 euro, Intesa SanPaolo l’1,23% a 2,29 euro, Mediobanca l’1,31% a 6,915 euro, Unicredit lo 0,90% a euro. Dopo una serie di rialzi consecutivi, che avevano portato il titolo oltre quota 10 euro, oggi su FCA hanno prevalso le prese di beneficio e l’azione ha mostrato una flessione del 3,89% a 9,755 euro. Positiva Telecom Italia (+1,16% a 0,913 euro) mentre si avvicina il Consiglio di amministrazione di venerdì che discuterà della strategia da seguire in Brasile. Bene anche Generali (+0,96% a 16,66 euro) che, in occasione dell’Investor Day a Londra, ha annunciato che realizzerà in anticipo alcuni obiettivi del piano ondustriale. Debole Enel (-0,91% a 3,692 euro) con Il Sole 24 Ore che ha ipotizzato una possibile finestra per la cessione del 5-6% del gruppo energetico da parte del Governo nelle prime due settimane di dicembre. Finmeccanica ha perso lo 0,47% a 7,405 euro nonostante la conferma di aver ricevuto lunedì la proposta vincolante da parte di Hitachi sul 100% di AnsaldoBreda.