Piazza Affari chiude in lieve ribasso l'ultima seduta della settimana -1-

Inviato da Redazione il Ven, 10/09/2010 - 17:45
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: INTESA SAN PAOLO
Quotazione: BANCO POPOLARE
La Borsa di Milano ha chiuso in lieve ribasso l'ultima seduta di una settimana complessivamente positiva. Questa mattina l'Istat ha rivisto al rialzo il Pil italiano del secondo trimestre: +0,5% (da +0,4%) rispetto ai primi tre mesi dell'anno e +1,3% (da +1,1%) su base annua. Una performance trascinata soprattutto dalla crescita delle esportazioni e degli investimenti. Negli Stati Uniti, in una giornata priva di grandi indicazioni macro, Wall Street prosegue la seduta in moderato rialzo. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto lo 0,12% a 20.833 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,10% a quota 21.377.

Il comparto bancario ha sofferto sulle indiscrezioni, riportate questa mattina da numerosi organi di stampa, riguardo ad una possibile ricapitalizzazione da parte di Deutsche Bank. Il colosso tedesco, infatti, starebbe preparando un maxi aumento di capitale da 9 miliardi di dollari per aumentare il suo peso, ora al 30%, nel capitale di Postbank e per mettere al sicuro i livelli di coefficienti patrimoniali in vista dell'introduzione delle nuove normative per il sistema bancario. E così a Piazza Affari il Banco Popolare ha ceduto l'1,31% a 4,697 euro, Unicredit lo 0,70% a 1,976 euro, Ubi Banca lo 0,95% a 7,26 euro, Intesa SanPaolo lo 0,71% a 2,43 euro, Popolare di Milano lo 0,28% a 3,62 euro, Monte dei Paschi lo 0,69% a 1,012 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA