Piazza Affari chiude in lieve rialzo, titoli Fiat a due velocità

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 31/10/2012 - 17:43
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato rialzo nel giorno della riapertura di Wall Street dopo lo stop di due giorni causato dal passaggio a New York dell'uragano Sandy. L'Eurogruppo ha preso atto dei progressi compiuti dalla Grecia, invitando però le autorità elleniche a eliminare gli ultimi ostacoli per raggiungere l'accordo definito con la troika. L'Eurogruppo si aspetta di discutere ulteriormente il caso greco nella prossima riunione, in agenda il 12 novembre, sulla base della documentazione definitiva. In Europa il tasso di disoccupazione a settembre è salito dall'11,5 all'11,6%. Si tratta del nuovo massimo storico, mentre gli analisti avevano previsto un calo all'11,4%. In questo quadro, con lo spread sceso di poco sotto i 350 punti base, a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,12% a 15.539 punti.

I titoli del Lingotto hanno viaggiato a due velocità. Fiat ha indossato la maglia nera con un ribasso del 4,33% a 3,76 euro dopo i giudizi non teneri degli analisti all'indomani dei conti. Di contro Fiat Industrial ha guadagnato il 3,02% a 8,355 euro dopo la pubblicazione dei risultati del terzo trimestre, archiviato con un utile netto in crescita del 45,6% a 297 milioni di euro.

Eni (+0,11% a 17,71 euro) ancora positiva con Ubs che ha confermato la raccomandazione d'acquisto all'indomani dei conti. Bene Finmeccanica (+2,80% a 3,822 euro) e Telecom Italia (+1,65% a 0,71 euro). Debole il comparto bancario: Monte dei Paschi ha ceduto il 2,43% a 0,213 euro, Unicredit l'1,16% a 3,406 euro, Intesa SanPaolo lo 0,88% a 1,239 euro, Ubi Banca lo 0,72% a 3,032 euro, Banco Popolare lo 0,24% a 1,23 euro. Mediaset (-0,66% a 1,35 euro) sotto pressione in attesa della pubblicazione dei conti in programma il prossimo 13 novembre.
COMMENTA LA NOTIZIA