1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude in lieve rialzo, in corsa Generali e Yoox. Tonfo del 13% per Mps

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in lieve rialzo per Piazza Affari. Nell’ultima seduta della settimana l’indice Ftse Mib ha strappato un lieve segno più (+0,09% a 16.515,11 punti) non giovandosi molto dei nuovi record toccati da Wall Street. Nel giorno del Black Friday, tradizionale inizio della stagione dello shopping natalizio, lo S&P 500 si è spinto fino a quota 2.210 punti. In Italia invece indicazioni negative dallo spread, spintosi ai massimi a due anni a quota 190 punti base, con gli investitori che continuano a guardare con timore all’avvicinarsi del referendum.

Molto bene Generali Assicurazioni (+3,11%). Il Leone Triestino beneficia dei giudizi positivi manifestati d JP Morgan e Mediobanca. In particolare, la banca d’affari statunitense ha alzato la raccomandazione sul titolo a Overweight dal precedente Neutral, confermando il prezzo obiettivo a 14 euro. Migliora il giudizio sul fair value, invece, Mediobanca che porta il target price a 15,50 euro dal precedente 14,50 euro. Le promozioni arrivano a due giorni dalla presentazione dell’aggiornamento del piano industriale, imperniato sugli obiettivi al 2018 che vedono una generazione di cassa superiore ai 7 miliardi e un Roe operativo medio che dovrebbe superare il 13%.

Bene anche Yoox Net-a-porter (+3,69%) che stima di ricevere nel “Cyber Weekend” un ordine ogni secondo (in media). Nel “Black Friday” che oggi darà delle prime indicazioni sul clima dei consumi in vista delle festività natalizie.

Ennesimo tonfo invece per Mps (-13% a 0,2 euro). Lunedì prenderà il via il piano di conversione dei bond subordinati di Banca Mps, che fa parte del più ampio piano di ricapitalizzazione da 5 miliardi di euro approvato ieri dall’assemblea straordinaria dell’istituto senese. Mps conta sulla conversione di almeno 1 mld di euro di subordinati. Oggi Mps ha comunicato che il prezzo massimo di sottoscrizione delle nuove azioni è stato fissato a 24,9 euro tenuto conto del raggruppamento nel rapporto di 1 nuova azione ogni 100 azioni esistenti.