Piazza Affari chiude in lieve rialzo, banche ancora sotto pressione. Riscatto di Fiat

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 19/09/2012 - 17:44
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in moderato rialzo sfruttando nel pomeriggio il dato sulle vendite di case negli Stati Uniti, che ad agosto sono aumentate del 7,8% a 4,82 milioni di unità oltre le attese che indicavano 4,6 milioni. Si tratta della variazione annua più elevata dal maggio del 2010. A favorire l'andamento borsistico anche la decisione della Bank of Japan di implementare il programma di acquisti di asset per supportare l'economia. La decisione segue di fatto l'interventismo comunicato dalla Federal Reserve e dalla Bce. In Europa la Spagna rimane sempre al centro dell'attenzione degli operatori di mercato. Juncker ha che quando Madrid chiederà gli aiuti al nuovo fondo salva Stati ci sarà un confronto su condizioni molto dure. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,15% a 16.100 punti.

Ancora vendite sui titoli del comparto bancario: Monte dei Paschi ha ceduto il 3,46% a 0,248 euro, Mediobanca il 2,22% a 4,226 euro, Ubi Banca il 2,24% a 3,136 euro, Banco Popolare l'1,95% a 1,258 euro, Popolare di Milano l'1,88% a 0,448 euro, Unicredit lo 0,11% a 3,542 euro. Mediaset ancora in panne all'indomani della decisione di defilarsi dalla partita per La7, l'emittente televisiva controllata da Telecom Italia Media. Il titolo del Biscione ha lasciato sul parterre il 3,05% a 1,718 euro. Brillante Luxottica che ha guadagnato il 2,65% a 27,90 euro con gli analisti che hanno avviato la copertura sulla società fondata da Leonardo Del Vecchio con rating buy e target price a 31 euro. Gli acquisti hanno premiato Fiat che ha mostrato un progresso del 2,56% a 4,65 euro. Sergio Marchionne incontrerà sabato a Palazzo Chigi il premier Mario Monti e i ministri Corrado Passera e Elsa Fornero. Spostando lo sguardo sul comparto energetico Eni ha messo a segno un rialzo dello 0,76% a 18,44 euro dopo aver annunciato una nuova significativa scoperta di gas nell'onshore del Pakistan. Positiva anche la galassia Enel: il titolo della casa madre ha guadagnato l'1,02% a 2,98 euro, mentre la controllata Enel Green Power ha mostrato un progresso dello 0,29% a 1,376 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA