Piazza Affari chiude in forte rialzo: brilla Stm, Banco Popolare unico segno meno -2

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 22/05/2012 - 17:57
Ottime le performance registrate dal comparto bancario. Dopo l'exploit della mattinata, si è ridimensionata Ubi Banca (+3,69% a 2,418 euro). Il titolo questa mattina ha ricevuto le promozioni da parte di Exane e Societe Generale e, come per Banco Popolare, la Banca d'Italia ha dato l'ok all'utilizzo dei modelli interni (IRB) ai fini del calcolo dei ratios patrimoniali che le consentirà di migliorare il Core Tier 1 al 9,86%. Banco Popolare che oggi ha invertito nettamente la tendenza registrata ieri e ha chiuso in fondo al paniere principale con un calo dell'1,64% a 1,019 euro. Bene gli altri titoli del settore: in rialzo del 5,73% a 2,62 euro Unicredit, del 5,55% a 0,230 euro Mps, del 4,59% a 1,071 euro Intesa Sanpaolo, del 3,82% a 3,1 euro Mediobanca e del 3,28% a 0,374 euro la Bpm. Un'altra giornata brillante per Fiat, che ha archiviato la seduta in progresso del 6,38% a 3,87 euro. STMicroelectronics ha chiuso in testa al listino delle blue chips italiane (+8,46% a 4,052 euro), seguita a breve distanza da Buzzi Unicem (+7,05% a 7,445 euro). Positiva Eni (+3,45% a 15,9 euro). JP Morgan ha confermato la raccomandazione overweight sul titolo della società di San Donato Milanese, alzando il prezzo obiettivo a 21,5 euro dal precedente 21 euro. Sopra la parità anche Terna (+1,95% a 2,72 euro) dopo che Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo da 2,97 a 3,1 euro, mantenendo inalterato il giudizio "overweight". In netto rialzo la Galassia Ligresti, dopo il sì condizionato della Consob all'esenzione dell'Opa chiesto da Unipol. Fondiaria-Sai e Premafin sono avanzate rispettivamente dell'8,06% a 1,005 euro e del 30,18% a 0,213 euro. Bene anche Milano Assicurazioni (+8,06% a 0,245euro) e Unipol (+3,76% a 20 euro).
COMMENTA LA NOTIZIA