Piazza Affari chiude in deciso ribasso. Pesanti i finanziari, male Lottomatica -2

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 04/05/2011 - 17:58
Quotazione: TELECOM ITALIA
Quotazione: PARMALAT
Lottomatica, negativa già dai primi scambi, termina a 15,10 euro perdendo il 2,20 per cento. Dopo l'uscita dei conti, gli analisti di Citigroup hanno abbassato la raccomandazione su Lottomatica portandola a sell, ma hanno alzato il target price a 13 euro dai precedenti 11,11 euro. La bocciatura del giudizio è motivata dai possibili rischi di un aumento della tassazione italiana su giochi e scommesse da parte del governo per reperire risorse, mentre il nuovo prezzo obiettivo fa gioco sui contributi derivanti dalle video lotterie.

Alla vigilia dei risultati trimestrali, Telecom Italia lascia sul parterre lo 0,69% chiudendo a 1,006 euro. Il mercato nutre però buone aspettative. Il consensus degli analisti stima ricavi in crescita a 7,048 miliardi di euro dai 6,413 miliardi dello scorso anno, e un utile in calo a 559 milioni da 601 milioni.

Dopo un avvio all'insegna degli ordini di acquisto Parmalat ha chiuso in parità a Piazza Affari. Il titolo del gruppo di Collecchio ha chiuso piatto a 2,596 euro. Questa mattina l'azione ha superato anche la soglia di 2,6 euro dell'Opa di Lactalis. Il mercato ragiona sulla possibilità che il Cda di Parmalat possa non giudicare congrua la cifra messa sul piatto dai francesi costringendoli ad alzare il prezzo. Lactalis, già proprietaria di quasi il 29% del gruppo italiano, ha annunciato un'offerta pubblica di acquisto totalitaria sul gruppo alimentare italiano a 2,6 euro per azione in contanti lo scorso 26 aprile e il 29 ha depositato presso Consob la documentazione relativa all'Opa. E proprio su quella valorizzazione il super risanatore Bondi avrebbe fatto intendere che sta valutando la possibilità di fare alzare l'offerta al prezzo pagato dai francesi per rilevare il 15,3% dei tre fondi esteri, ossia di chiedere che sia portato a 2,8 euro per azione.
COMMENTA LA NOTIZIA