Piazza Affari chiude in deciso ribasso, male gli altri listini europei

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 19/09/2012 - 09:05
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in deciso ribasso appesantita dalla performance negativa del comparto bancario. APiazza Affari l'indice Ftse Mib ha lasciato sul parterre il 2,39% a 16.076 punti. Le vendite hanno colpito i titoli del comparto bancario: Intesa SanPaolo ha ceduto il 5,88% a 1,265 euro, Unicredit il 4,52% a 3,546 euro, Popolare di Milano il 3,12% a 0,457 euro, Banco Popolare il 3,10% a 1,283 euro, Ubi Banca il 2,85% a 3,208 euro, Monte dei Paschi il 2,98% a 0,257 euro, Mediobanca l'1,64% a 4,322 euro. Giornata da dimenticare per Fiat (-4,27% a 4,534 euro) in scia al brusco calo delle immatricolazioni in Europa. Mediaset ha perso il 2,74% a 1,772 euro facendo sapere sul finire della seduta che non parteciperà alla gara per rilevare La7. Pesante anche Generali (-4,12% a 12,11 euro) che ha sofferto la conferma da parte di Standard & Poor's del creditwatch negativo sul suo rating A. Ansaldo STS (+0,08% a 6,385 euro) ha limitato i danni dopo la buona performance di ieri. Fuori dal paniere principale da segnalare il nuovo rally di Rcs (+22,70%) all'indomani della conferma di Diego Della Valle della sua salita nel capitale del gruppo editoriale.

Chiusura all'insegna della debolezza anche per le altre borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato con un rosso dello 0,43% a 5.868,16 punti, -0,76% per il Dax a 7.347,69 e -1,1% dell'Ibex a 8.058,3. Il Cac40 fa peggio di tutti lasciando sul parterre l'1,15% a 3.512,69.
COMMENTA LA NOTIZIA