1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari chiude in deciso ribasso, giù gli altri listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in deciso ribasso. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto il 2,29% a 15.095 punti. Le vendite hanno colpito i titoli del comparto bancario: Popolare di Milano ha ceduto il 4,22% a 0,408 euro, Monte dei Paschi il 2,88% a 0,225 euro, Unicredit il 3,58% a 3,232 euro, Ubi Banca il 3,16% a 2,876 euro, Banco Popolare il 2,84% a 1,165 euro, Intesa SanPaolo il 3,11% a 1,183 euro. Tra i finanziari sono scivolate anche Mediobanca (-1,98% a 4,158 euro) e Generali (-2,61% a 11,19 euro). Deboli i titoli del Lingotto: Fiat ha ceduto l’1,84% a 4,152 euro, mentre Fiat Industrial ha lasciato sul parterre il 3,24% a 7,605 euro. Telecom Italia ha perso l’1,39% a 0,78 euro dopo il Cda che, oltre a valutare le offerte arrivate per TI Media, ha discusso lo stato del processo di scorporo della rete di accesso. Finmeccanica ha svettato sul paniere principale di Piazza Affari con un rialzo dello 0,93% a 3,696 euro in scia alle indiscrezioni circa l’accelerazione nel processo di dismissione di Ansaldo Energia.

Chiusura di ottava con il segno meno anche per le altre borse europee. A Londra il Ftse100 ha messo a segno un -0,65% portandosi a 5.742,07 punti, rosso di un punto percentuale (-1,01%) per il Dax a 7.216,15 e -1,71% dell’Ibex a 7.708,5 punti. La performance peggiore è quella del Cac40 che lascia sul parterre il 2,46% terminando a 3.354,82 punti.