Piazza Affari chiude in deciso ribasso, giù le altre borse europee

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 19/11/2012 - 08:59
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in negativo, aumentando le perdite in scia al debole andamento di Wall Street. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto il 2,02% a 14.855 euro. Giornata da dimenticare per Telecom Italia che ha ceduto il 4,68% a 0,682 euro. Vendite sostenute sul comparto bancario: Popolare di Milano ha ceduto il 5,21% a 0,365 euro, Mediobanca il 3,64% a 4,234 euro, Intesa SanPaolo il 3,19% a 1,185 euro, Ubi Banca il 3,30% a 2,694 euro, Unicredit il 3,29% a 3,354 euro, Monte dei Paschi il 2,67% a 0,197 euro, Banco Popolare il 2,23% a 1,098 euro. Tra i peggiori sul paniere principale anche Exor (-3,90% a 18,71 euro) in scia alla bocciatura di Goldman Sachs. Mediaset ha proseguito il suo declino lasciando sul parterre il 3,16% a 1,166 euro. Finmeccanica, che durante la mattinata aveva viaggiato in territorio positivo, ha virato al ribasso nel pomeriggio chiudendo con un -2,56% a 3,584 euro. Infine Campari, dopo la debolezza delle ultime sedute, ha svettato sul paniere principale con un rialzo dell'1% a 5,53 euro.

Le tensioni che continuano ad aleggiare sulla Grecia e l'inizio delle trattative che dovrebbero evitare il c.d. "fiscal cliff" spingono al ribasso anche gli altri listini europei nell'ultima seduta dell'ottava. A Parigi il Cac40 ha chiuso a 3.341,52 punti, l'1,21% in meno rispetto a ieri, -1,27% per il londinese Ftse100 a 5.605,59, -1,32% per il Dax a 6.950,53 e -1,39% dell'Ibex a 7.588,2.
COMMENTA LA NOTIZIA