Piazza Affari chiude in deciso rialzo, volano Mediobanca e Fiat -2-

Inviato da Redazione il Mar, 09/11/2010 - 17:45
Finmeccanica si è messa in tasca un gettone dal valore totale di circa 220 milioni di euro. A tanto ammontano le commesse che si sono aggiudicate le sue controllate AgustaWestland, Drs Technologies, Ansaldo Energia, Selex Sistemi Integrati, Selex Galileo e Alenia Aeronautica. E il titolo in Borsa ne ha approfittato con un balzo del 3,04% a 9,66 euro. Denaro anche su Fiat (+3,44% a 13,22 euro) in scia al report firmato da Morgan Stanley, che ha rivisto al rialzo gli utili attesi per il business auto nel 2011. La solidità dei risultati di Chrysler e la forte guidance hanno spinto il broker americano ad alzare del 16% le stime sull'Ebit 2011 della controllata americana di Fiat. La casa auto di Torino è per Morgan Stanley il titolo migliore del settore: overweight con target a 17 euro. Bulgari (+2,22% a 7,60 euro) ha sfruttato in Borsa la revisione al rialzo delle previsioni per fine anno da parte di Hermes.

Margine operativo lordo a 17 miliardi di euro e indebitamento finanziario a 45 miliardi. Sono questi i target di fine anno di Enel (+0,86% a 4,097 euro), confermati ancora una volta dall'Ad Fulvio Conti. Sono state le cessioni per fare cassa il focus di quest'anno del colosso elettrico, oltre ovviamente all'Ipo della controllata Green Power. All'appello manca la dismissione della centrale bulgara di Maritza, l'ultimo tassello per arrivare a fine anno ai 45 miliardi di debito tanto attesi dal mercato. Senza grosse sorprese i risultati di bilancio dei primi nove mesi. L'utile netto si è attestato a 3,45 miliardi di euro, in flessione del 27,5% dai 4,75 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno; l'Ebitda è cresciuto del 5,3% a 13,26 miliardi, mentre l'Ebit è rimasto sostanzialmente invariato a 8,92 miliardi. Il giro d'affari ha mostrato un progresso del 15,7% a 52,97 miliardi dai 45,79 miliardi di un anno fa. Balzo di Mediaset (+2,95% a 5,40 euro) che pubblicherà i conti dopo la chiusura dei mercati.

COMMENTA LA NOTIZIA