1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in deciso rialzo, volano le banche. In gran spolvero Azimut e Mediaset

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo con l’indice Ftse Mib che ha mostrato un progresso del 2,03% a 21.255 punti trainato dai titoli delle banche. A sostenere i listini la ripresa della manifattura dell’Eurozona con l’indice Pmi che a luglio è salito a 51,9 punti, oltre le attese ferme a 51,7 punti. “A luglio incrementa nuovamente l’attività, ciò prova che l’economia sta crescendo ad uno dei tassi maggiori mai osservati negli ultimi tre anni”, ha dichiarato Chris Williamson, capo economista di Markit. Negli Stati Uniti le richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione sono scese a 284 mila, il livello più basso dal febbraio del 2006. Dopo l’allarme lanciato ieri da Confindustria nel tardo pomeriggio il Fondo monetario internazionale ha tagliato le stime di crescita per l’Italia. L’istituto di Washington, nell’aggiornamento del suo World Economic Outlook, prevede per quest’anno un Pil italiano in crescita dello 0,3% rispetto al +0,6% indicato in aprile. Confermata la crescita all’1,1% nel 2015.

Acquisti sostenuti sulle banche con Bper (+6,20% a 6,76 euro) che ha sfruttato appieno la promozione a buy arrivata da Cheuvreux. Intesa SanPaolo (+3,53% a 2,344 euro) ha invece beneficiato di alcune indiscrezioni di stampa. Secondo quanto risulta a Il Sole 24 Ore, alcuni grandi fondi statunitensi sarebbero interessati a rilevare il private equity di Ca’ de Sass. Restando nel settore molto bene anche Banco Popolare (+4,86% a 12,50 euro), Montepaschi (+6,51% a 1,389 euro), Popolare di Milano (+6,01% a 0,652 euro), Ubi Banca (+5,36% a 6,38 euro) e Unicredit (+3,74% a 6,09 euro). Su di giri Azimut (+8% a 20,52 euro) che nel primo semestre ha riportato un utile netto in crescita a 81,8 milioni di euro rispetto ai 78,3 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Brillante anche Mediaset (+6,89% a 3,286 euro) in scia ai conti della controllata Mediaset Espana. Snam (+0,54% a 4,442 euro) e Terna (+1,15% a 4,026 euro) sotto i riflettori dopo che la Cassa Depositi e Prestiti ha fatto sapere di essere in fase avanzata di trattativa con State Grid of China per la cessione di una quota pari al 35% di CDP Reti.