1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude in deciso rialzo, spread in calo

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in rialzo e lo spread è sceso in area 335 punti base dai circa 350 punti base dei primi scambi di giornata. Il listino milanese ha aumentato i guadagni in scia all’andamento positivo di Wall Street, favorito dagli ordini di fabbrica migliori delle attese e dai segnali incoraggianti arrivati dal mercato dell’auto. Gli investitori continuano a seguire l’incerta situazione politica italiana: questa mattina si sono incontrati al Quirinale i cosiddetti “dieci saggi”. Il presidente Napolitano si è soffermato sulla tempistica rimarcando che “per essere utili il tempo giusto per i due gruppi di lavoro è tra otto e dieci giorni”. A Cipro si è dimesso il ministro delle Finanze, Michalis Sarris. Al suo posto è stato nominato Harris Georgiades. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,41% a 15.555 punti.

Brillante STMicroelectronics (+3,01% a 6,16 euro) dopo che il settimanale Barron’s ha sottolineato in un articolo i principali elementi del piano strategico del gruppo italo-francese presentato lo scorso dicembre, fornendo alcuni spunti positivi sul titolo. Ben comprate anche Salvatore Ferragamo, che ha guadagnato il 3,15% a 22,26 euro, e Telecom Italia, che ha mostrato un progresso del 2,81% a 0,566 euro in scia al rally di Vodafone a Londra e alle indiscrezioni di un’eventuale fusione con 3 Italia. Gli acquisti hanno premiato i colossi pubblici dell’energia: Eni è avanzata del 2,68% a 18 euro, Enel ha guadagnato il 2,04% a 2,598 euro. Monte dei Paschi ha lasciato sul parterre il 2,81% a 0,179 euro dopo la maxi perdita annunciata giovedì a mercati chiusi. Tra i bancari male anche Mediobanca (-3,07% a 3,848 euro), Ubi Banca (-1,88% a 2,82 euro) e Banco Popolare (-0,92% a 0,974 euro). In territorio positivo Intesa SanPaolo (+2,01% a 1,165 euro) e Unicredit (+1,50% a 3,38 euro).