Piazza Affari chiude in deciso rialzo con le banche, Ftse Mib vola sopra i 23.000 punti -2-

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 16/02/2011 - 17:43
Bene anche Enel (+1,05% a 4,33 euro) dopo che il governo di Madrid concluso ieri il piazzamento della seconda tranche per la securitization del tariff deficit spagnolo. Fiat ha perso lo 0,90% a 7,17 euro in scia ai dati delle immatricolazioni in Europa, che a gennaio hanno confermato la debolezza del Lingotto con una flessione del 20% mentre il mercato è calato dell'1,7%. Eni ha strappato un +0,11% a 18,42 euro. Questa mattina il colosso oil ha riportato i preliminari 2010 con un utile netto di 6,32 miliardi di euro, in crescita del 44,7% rispetto al 2009, mentre l'utile operativo adjusted è salito del 31,9% a 17,3 miliardi di euro. Il cash flow del gruppo ha raggiunto i 14,69 miliardi di euro. Il gruppo di San Donato ha proposto un dividendo di 1 euro per azione di cui 50 centesimi già distribuiti come acconto. Secondo Eni, però, l'outlook 2011 si presenta ancora "caratterizzato da incertezza e volatilità, sebbene in un quadro di progressivo rafforzamento dell'attività economica globale".
COMMENTA LA NOTIZIA