1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude in calo: male CNH e Ferragamo, sprint di Finmeccanica

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di settimana negativo per Piazza Affari contagiata dall’umore negativo dei mercati in seguito agli attacchi terroristici di Parigi di venerdì scorso con in affanno soprattutto i titoli di settori legati al turismo appesantiti dal rischio di un calo dei flussi turistici per effetto degli attentati. In chiusura il Ftse Mib ha limitato comunque i ribassi chiudendo a 21.811 punti (-0,14%).
Tra i titoli che si sono mossi in positivo oggi spicca infatti il testimonial italiano della Difesa, Finmeccanica, salito del 2,7%. Nuova raffica di vendite invece sul titolo Salvatore Ferragamo (-4,28%), già protagonista in negativo venerdì scorso in scia alla raffica di bocciature arrivate in seguito ai deludenti riscontri trimestrali. Il titolo della maison fiorentina ha pagato oggi anche il sentiment negativo sul settore del lusso dopo gli attentati terroristici di Parigi che hanno alimentato i timori di un calo dei flussi turistici e quindi delle vendite dei maggiori gruppi del lusso. Il titolo Ferragamo è cosi scivolato sui minimi dallo scorso 15 gennaio.
L’incertezza post-attentati ha colpito anche Autogrill (-2,27%) sul rischio calo traffico passeggeri aeroportuali dopo gli eventi di Parigi. Intanto oggi il gruppo si è aggiudicato un’importante commessa per l’apertura di 10 punti vendita nell’aeroporto di Oslo. Grazie a questo accordo Autogrill prevede di generare complessivamente ricavi pari a oltre 270 milioni di euro nei 7 anni di durata della concessione.
Pesante a Piazza Affari anche CNH Industrial (-5,32% a 5,955 euro). A penalizzare il titolo è stata la decisione degli analisti di JP Morgan di tagliare il rating sulla società a underweight dal precedente neutral. Il broker americano ha sforbiciato anche il prezzo obiettivo di CNH Industrial, passato da 6,5 a 5 euro per azione.