Piazza Affari chiude ancora in ribasso, tonfo di Ubi Banca. Si salvano le utilities -2-

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 02/06/2011 - 17:42
Si è salvato il comparto delle utilities. Enel e Terna hanno chiuso invariate rispettivamente a 4,746 euro e a 3,388 euro. Nel decreto energia approvato dal Consiglio dei Ministri sarebbe infatti esclusa la possibilità per Terna di produrre energia elettrica, mentre potrebbe costruire solo piccoli impianti da 7 MW (batterie) per l'accumulo di energia per il dispacciamento della produzione da fonti rinnovabili. "E' positiva per Terna la possibilità di realizzare sistemi di accumulo, visto che la società guidata da Flavio Cattaneo ha annunciato 1 miliardo di euro di investimenti entro il 2015 in investimenti non tradizionali", ha scritto Equita in una nota raccolta da Finanza.com sottolineando però che è "da verificare cosà accadrà per i sistemi di pompaggio". Nel resto del comparto da segnalare le performance positive di Snam Rete Gas (+0,20% a 4,11 euro) e A2A (+0,51% a 1,177 euro, miglior titolo del Ftse Mib).
COMMENTA LA NOTIZIA