1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Piazza Affari chiude ancora in ribasso, segno meno per le borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso ancora in ribasso nel giorno in cui l’Italia si conferma in piena recessione, ma rallenta il ritmo di caduta del Pil. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,59% a 15.162 punti. Tra i peggiori di giornata da segnalare Saipem, che ha lasciato sul parterre il 3,93% a 32,02 euro, e Campari, che ha mostrato un ribasso del 3,76% a 5,05 euro. Mediaset è rimasta sotto pressione perdendo il 2,42% a 1,208 euro. Contrastato il comparto bancario: Popolare di Milano ha ceduto l’1,38% a 0,385 euro, Banco Popolare l’1,14% a 1,125 euro, Intesa SanPaolo lo 0,57% a 1,227 euro, Ubi Banca lo 0,36% a 2,784 euro. In controtendenza Monte dei Paschi (+1% a 0,203 euro) e Unicredit (+0,93% a 3,476 euro). Giornata sotto i riflettori per Fiat (+1,26% a 3,386 euro) con Sergio Marchionne che, intervistato da Automotive News, ha dichiarato che “il prossimo anno dovremmo essere a livello di gruppo a poco più di 4,3 milioni di modelli venduti, con un minimo di 2,6 milioni come contributo di Chrysler. Ma dipende molto da quello che accadrà in Europa”. Positiva Diasorin (+0,39% a 26,31 euro) in scia alla promozione di Morgan Stanley.

Chiusura con il segno meno per gli altri listini del Vecchio continente. Il tedesco Dax ha terminato in calo dello 0,82% a 7.043,42 punti, -0,77% per il Ftse100 che si è fermato a 5.677,75 mentre il Cac40 ha lasciato sul parterre mezzo punto percentuale (-0,52%) a 3.382,4. In controtendenza l’Ibex, salito dello 0,29% a 7.695,5 punti.