Piazza Affari chiude ancora in rialzo, il Ftse Mib supera i 22.000 punti -1-

Inviato da Alberto Bolis il Ven, 21/01/2011 - 17:43
La Borsa di Milano ha chiuso ancora in rialzo con l'indice Ftse Mib che ha superato quota 22.000 punti. I listini hanno beneficiato delle indicazioni positive arrivate dalla Germania, con l'indice Ifo che ha raggiunto i nuovi massimi storici (110,3 punti) nella prima rilevazione del 2011. A sostenere le piazze finanziarie anche l'ipotesi che il Governo spagnolo intervenga con decisione a sostegno del settore bancario. Negli Stati Uniti sono stati accolti positivamente i conti oltre le attese di Google e General Electric. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato l'1,38% a 22.093 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell'1,35% a quota 22.712.

Rally dei titoli del cemento: Italcementi ha svettato sul paniere principale con un balzo del 6,63% a 6,75 euro, Buzzi Unicem ha guadagnato il 4,03% a 9,56 euro. Nelle sale operative hanno spiegato che a sostenere i due titoli è il possibile rialzo dei prezzi del cemento in Italia. Un secondo operatore ha invece osservato che è in atto una rotazione settoriale. "Si sta iniziando a pensare che il settore cementifero abbia già toccato il fondo", ricordando che l'anno scorso Buzzi ha lasciato sul parterre di Borsa il 25%. Ha brillato Fondiaria-Sai (+3,53% a 6,90 euro) in scia alle indiscrezioni sulle possibili dimissioni dell'Ad Fausto Marchionni. La notizia dovrebbe trovare conferma con l'assemblea in programma mercoledì prossimo. Il successore designato, sempre secondo indiscrezioni, sarebbe l'attuale direttore generale, Emanuele Erbetta. "Ci aspettiamo che gli investitori accolgano con favore un ricambio ai vertici della società", si legge in una nota di Mediobanca, che tuttavia ha suggerito cautela in vista dell'aumento di capitale.
COMMENTA LA NOTIZIA