1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari chiude ancora in netto rialzo, exploit delle banche -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano continua il suo trend positivo e per la quinta seduta consecutiva chiude col segno più. Dopo un inizio sotto pressione a causa del downgrade di Moody’s sul rating di Atene, il listino meneghino ha subito cambiato rotta. Nemmeno l’indice tedesco Zew sotto le attese ha frenato l’andamento di Piazza Affari. E così il Ftse Mib ha guadagnato l’1,95% a 20.582 punti (massimo di seduta 20.631), mentre il Ftse All Share è avanzato dell’1,76% a quota 21.133. Nelle ultime cinque sedute il Ftse Mib ha guadagnato ben oltre 10 punti percentuali.

Buona prestazione di Stm con un balzo del 3,22% a 7,20 euro. La società italo-francese ha beneficiato di alcune indiscrezioni sulla rivale Infineon rilanciate dall’edizione tedesca del Financial Times. Secondo il quotidiano, Infineon starebbe per vendere la sua divisione di chip per telefoni cellulari al colosso americano Intel.

Non si è arrestata la risalita del comparto bancario, il più penalizzato dalle vendite degli ultimi mesi. Unicredit ha guadagnato il 3,97% a 1,913 euro (miglior titolo del Ftse Mib), Monte dei Paschi il 3,25% a 0,97 euro, Banco Popolare il 2,56% a 4,71 euro, Intesa SanPaolo il 3,12% a 2,31 euro, Mediobanca il 2,16% a 6,39 euro, Popolare di Milano il 2,62% a 3,627 euro, Ubi Banca l’1,48% a 7,52 euro.