Piazza Affari chiude ancora in deciso ribasso, crollano i titoli Fiat. Svetta il Banco -1-

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 08/08/2011 - 17:44
La Borsa di Milano ha proseguito il trend ribassista dopo i 13 punti percentuali lasciati sul parterre la scorsa settimana. Piazza Affari ha comunque fatto meglio di Londra, Francoforte e Parigi che hanno messo a segno ribassi tra il 3% e il 4%. Il listino meneghino era partito alla grande con un balzo del 4,5% in scia alla decisione della Banca Centrale Europea di acquistare sul mercato secondario titoli di Stato italiani e spagnoli. Decisione che ha avuto riflessi positivi soprattutto sullo spread Btp-Bund, sceso a 300 punti base dai 375 punti base della chiusura di venerdì. L'euforia ha però lasciato spazio al pessimismo innescato dal downgrade di Standard & Poor's sugli Stati Uniti. L'agenzia di valutazione ha infatti declassato per la prima volta nella storia il debito a stelle e strisce, levandogli la preziosa tripla A e dichiarando che "c'è una possibilità su tre che il voto degli Stati Uniti venga ulteriormente ridotto". Una mossa che sta mandando al tappeto i principali indici americani. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib ha ceduto il 2,35% a 15.639 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato del 2,43% a quota 16.312.
COMMENTA LA NOTIZIA