1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari chiude a +4,2% con Draghi e attese per bad bank, Mps recupera il 43%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Importante recupero per Piazza Affari dopo il tracollo della vigilia. L’indice Ftse Mib ha segnato in chiusura un balzo del 4,20% a quota 18.723 punti. Ieri l’indice guida milanese aveva lasciato sul terreno il 4,83% scivolando ai minimi dal dicembre 2013.A guidare la risalita è stato il settore bancario sulla scia delle parole di Draghi che ha preannunciato ulteriori misure di stimolo a marzo e delle indicazioni arrivate da Bruxelles su un vertice per il via libera alla bad bank proposta dall’Italia. L’accordo sulla bad bank potrebbe arrivare questa settimana o al massimo la prossima con il prezzo di cessione dei crediti deteriorati che dovrebbe essere a sconto del 20-30% rispetto al loro valore nominale.
Il rimbalzo del settore bancario è stato guidato da Mps (+43,13% a 0,73 euro). Il titolo dell’istituto senese, che nelle tre sedute precedenti aveva lasciato sul terreno oltre il 40%, è il principale beneficiario del possibile accordo sulla bad bank alla luce dei suoi 26 mld di euro di crediti in sofferenza. “Il Monte dei Paschi oggi è a prezzi incredibili – ha detto il premier Matteo Renzi – Penso che la soluzione migliore sarà quella che il mercato deciderà. Mi piacerebbe tanto fosse italiana, ma chiunque verrà farà un ottimo affare”.In forte rialzo tutti gli altri titoli bancari: +10,3% Banco Popolare, +7,93% Unicredit, +5,69% Ubi Banca e +11,03% Bper.
Tra gli altri testimonial di Piazza Affari si segnala il balzo del 6,13% a 3,078 euro di Mediaset su cui Ubs ha avviato la copertura con rating buy. La casa d’affari elvetica indica un target price a 4,85 euro, con un potenziale upside del 56% rispetto ai livelli attuali. Indicazioni positive dagli analisti anche su Moncler (+3,66%) con Citigroup che ha avviato la copertura con buy e target price a 15,5 euro.