1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari cerca il riscatto, riflettori accesi su Eni e Fiat. Spread in area 350 punti base

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse europee cercano il riscatto, in primis Piazza Affari, dopo la difficile seduta di ieri, caratterizzata dalla risalita dello spread Btp-Bund. Il differenziale si è riportato sopra quota 350 punti base nonostante il successo dell’asta dei Bot. La ragione dell’impennata, oltre che per fattori tecnici, è da ricercare nel weekend politico italiano, con Berlusconi che ha minacciato di togliere l’appoggio al governo Monti. Il premier, ieri in visita a Madrid, insieme a Rajoy ha detto no all’ipotesi di un supercommissario Ue sui bilancio nazionali. Ipotesi caldeggiata negli ultimi giorni dalla Germania e da Mario Draghi.

Oggi a Piazza Affari saranno protagoniste anche due big impegnate nel test dei conti. Eni, che ha già diffuso i risultati di bilancio, ha chiuso i primi nove mesi del 2012 con un utile netto di 6,33 miliardi di euro, in rialzo del 13,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre i profitti del solo terzo trimestre hanno mostrato un balzo del 40,3% a 2,48 miliardi di euro. In tarda mattinata sarà la volta di Fiat che alzerà il velo sui conti del terzo trimestre, ma gli analisti sono focalizzati sui target europei e sul futuro della produzione negli stabilimenti italiani.

Questa mattina Tokyo ha perso invece l’1%, con la Bank of Japan che ha deciso di aumentare i fondi destinati al quantitative easing, ma meno del previsto rispetto alle attese degli analisti. L’istituto centrale di Tokyo ha inoltre lasciato invariati i tassi d’interesse nel range compreso tra lo 0 e lo 0,1%. Da ricordare che anche oggi Wall Street rimarrà chiusa per il passaggio dell’uragano Sandy.

In questo quadro i principali listini del Vecchio Continente sono tutti positivi: a Parigi il Cac 40 guadagna lo 0,75%, a Francoforte il Dax avanza dello 0,90%, a Londra il Ftse 100 mostra un progresso dello 0,50%, a Madrid l’Ibex 35 segna un rialzo di circa 1 punto percentuale. Stessa musica a Piazza Affari: l’indice Ftse Mib guadagna circa l’1% a 15.500 punti, mentre il Ftse All Share avanza dello 0,95% a quota 16.420.