1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari centra il rimbalzo, Ftse Mib chiude con un progresso del 3,4%

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari ha chiuso in deciso rialzo dopo lo scivolone di ieri, quando il mercato aveva reagito male al mancato annuncio del quantitative easing da parte della Bce. Mario Draghi ha comunque dichiarato che per le nuove misure non convenzionali non serve l’unanimità del board e che queste rientrano nel mandato della Bce. Sul secondario il rendimento del Btp decennale è sceso al nuovo minimo storico dell’1,95%. L’indice Ftse Mib, che ha chiuso con un balzo del 3,41% a 20.087 punti, ha accelerato dopo i dati sul mercato del lavoro statunitense. A novembre, nel settore non agricolo Usa, sono stati creati 321 mila nuovi posti di lavoro, oltre le attese degli analisti che erano pari a 232 mila unità. Si tratta della creazione di lavoro più significativa dal gennaio del 2012. La disoccupazione è invece rimasta stabile al 5,8 per cento.

Acquisti sostenuti sui titoli del comparto bancario: Banco Popolare ha guadagnato il 5,75% a 11,21 euro, Popolare dell’Emilia Romagna il 6,05% a 5,87 euro, Popolare di Milano il 3,72% a 0,598 euro, Intesa SanPaolo il 7,04% a 2,522 euro, Unicredit il 4,78% a 5,91 euro, Ubi Banca il 6,01% a 6,35 euro. Brillante Finmeccanica (+5,54% a 8,095 euro) in scia alle voci di stampa sulla probabile riapertura della gara per la cessione del polo trasporti (Ansaldo STS e Ansaldo Breda). Balzo di FCA (+5,17% a 11,17 euro) che ha festeggiato la doppia mossa annunciata ieri a mercati chiusi: lancio del convertendo da 2,5 miliardi di dollari e di un’offerta da 87 milioni di azioni ordinarie. Ennesimo tonfo di Saipem (-6,24% a 9,315 euro) che ieri sera ha ufficializzato la sospensione del progetto South Stream, il gasdotto che doveva collegare la penisola di Crimea con la Bulgaria per trasportare il gas russo in Europa. Male EGP (-0,80% a 1,858 euro) con gli analisti di Kepler che hanno tolto il titolo dalla loro “selected list” di titoli italiani ed europei.