Piazza Affari Cenerentola d'Europa. Alla guida del Ftse Mib Fiat e Lottomatica -2

Inviato da Micaela Osella il Mar, 08/02/2011 - 17:43
"Potremmo assistere a breve a una rotazione settoriale e vedere le banche tornare indietro - ha azzardato un trader - nelle ultime settimane i finanziari sono saliti molto e adesso sono diventati meno appealing". Su di giri Fiat (+1,32% a 7,29) che ha sfruttato la vivacità dell'intero settore auto dopo che Toyota, numero uno al mondo delle quattro ruote, ha quadruplicato sugli utili nei primi nove mesi dell'esercizio 2010-11. A sostenere l'onda lunga degli acquisti sul Lingotto sono le dichiarazioni dell'amministratore delegato del gruppo, Sergio Marchionne, su una possibile fusione con Chrysler con conseguente trasloco del centro decisionale dalla sede storica di Torino a Detroit, sede della controllata americana, e l'attesa dell'incontro, previsto per sabato, con il premier Silvio Berlusconi. Ma a mettersi alla guida dell'Ftse Mib è stata Lottomatica (+3,44% a 10,83 euro). Il gruppo ha annunciato ieri di aver chiuso il 2010 con ricavi ed Ebitda rispettivamente pari a 2,3 miliardi e a 812 milioni e un risultato netto di pertinenza del gruppo in pareggio. Per il 2010 Lottomatica ha proposto un dividendo in azioni proprie nella misura di 2 ogni 100 possedute. La società ha approvato anche le linee guida per il 2011-2013 che prevedono nel triennio un cash-flow tra 650 e 800 milioni. "Complessivamente le indicazioni di piano supportano la nostra view positiva", hanno riferito gli esperti di Intermonte, che hanno tagliato l'Eps 2011 del 10% a causa di un maggiore carico fiscale, lasciando invariate le stime negli anni successivi e il giudizio outperform con target di 13 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA