1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Cementir vende asset italiani a Italcementi. Scattano i titoli del cemento

A Piazza Affari protagonisti i titoli del cemento, che scattano al rialzo, dopo l’operazione Cementir/Italcementi: la società guidata da Francesco Caltagirone ha ceduto tutti gli asset italiani al gruppo controllato …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il comparto del cemento prova a dare una scossa alla timida Piazza Affari in scia all’annuncio della vendita degli asset italiani da parte di Cementir a Italcementi (controllata da HeidelbergCement). Ed è immediata la reazione in Borsa: scatta Cementir che guadagna circa il 6,8%, ma anche Buzzi Unicem che conquista la pole del Ftse Mib e in questo momento registra una crescita di oltre il 5%, sostenuta anche dalla revisione al rialzo del target price da parte di Kepler Cheuvreux (da 25 a 27 euro).

La cessione
Cementir Holding vende tutte le attività italiane a Italcementi, incluse le società interamente controllate Cementir Sacci e Betontir (gruppo Cementir Italia). Il controvalore della transazione (Enterprise Value) è di 315 milioni di euro su base cash and debt-free. “A seguito di questa operazione l’indebitamento finanziario netto del gruppo a fine 2018 sarà prossimo a 0,5 volte il margine operativo lordo – commenta Francesco Caltagirone, a.d. e presidente di Cementir Holding -. Questo ci darà la possibilità di cogliere altre opportunità che si dovessero presentare in futuro, così come accaduto negli ultimi dodici mesi”.
L’attività di Cementir Italia comprende 5 impianti di cemento a ciclo completo e 2 centri di macinazione di cemento, così come il network di terminali e le centrali di calcestruzzo in Italia. L’operazione è condizionata all’autorizzazione da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e la chiusura dell’operazione è prevista per l’inizio del prossimo anno. Nel 2016 i ricavi pro-forma delle vendite del gruppo Cementir Italia sono stati pari a 136 milioni, considerando Cementir Sacci per 12 mesi poiché è stata acquisita il 29 luglio 2016.

Per Roberto Callieri, amministratore delegato di Italcementi, questa operazione “rappresenta un’importante opportunità di crescita nel mercato italiano dei materiali per le costruzioni. È un’operazione che presenta un’ideale combinazione nella qualità degli asset industriali e una perfetta distribuzione geografica, che consente a Italcementi di migliorare la propria presenza su tutto il territorio nazionale”.