1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari cauta su rinnovate tensioni geopolitiche. In salita le banche, corre Fincantieri

QUOTAZIONI UnicreditFincantieri

La Borsa di Milano si muove incerta intorno alla parità sui timori di un’escalation delle tensioni tra Nord Corea e Stati Uniti. Bene le banche, sprint di Fincantieri

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ultima seduta della settimana è improntata alla cautela per Piazza Affari, che si muove poco sopra la parità facendo un po’ meglio rispetto alle Borse europee, per la maggior parte negative. Complice le rinnovate tensioni geopolitiche tra Nord Corea e Stati Uniti. Secondo l’agenzia sudcoreana Yonhap, il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong Ho ha affermato che il paese sta considerando un test nucleare “senza precedenti” nell’Oceano Pacifico. Questi commenti sono arrivati poco dopo che il leader del Corea del Nord, Kim Jong Un, ha dichiarato di aver considerato il “livello più elevato di contromisure” in risposta all’avvertimento provocatorio lanciato dal presidente Donald Trump.

Le nuove minacce giunte dalla Corea del Nord hanno depresso Wall Street, che ieri sera ha chiuso in ribasso interrompendo la lunga scia di nuovi massimi storici per Dow Jones e S&P500. Fiacchi anche i listini asiatici questa mattina, con la piazza azionaria di Tokyo che ha chiuso in calo dello 0,25%. Il clima di avversione al rischio ha contagiato anche le Borse europee. Londra scivola dello 0,15% nel giorno in cui il primo ministro britannico Theresa May interverrà a Firenze sullo stato dei negoziati per la Brexit, mentre si attende la revisione di rating da parte dell’agenzia Moody’s. Francoforte si muove sulla parità con un -0,06%, mentre Parigi sale dello 0,20%, dopo che la lettura finale del Pil del secondo trimestre è stata ritoccata al rialzo su base annua (+1,8% a/a). A Piazza Affari l’indice Ftse Mib segna un +0,16% in area 22.528.

A sostenere il listino milanese sono ancora una volta le banche. In particolare, la Bper, in rialzo dell’1,8%, seguita da Unicredit con un progresso intorno a 1 punto percentuale, dopo che ieri sera il Cda ha approvato la nuova corporate governance e la struttura di risk management, oltre che la conversione obbligatoria delle risparmio in ordinarie. Bene anche Banca Generali (+0,81%), che questa mattina ha annunciato una partneserhip con Saxo Bank sul trading.
Tra le altre storie, in evidenza Fincantieri che corre a Piazza Affari (+3,18%) sulle prospettive di un accordo fra Francia e Italia relativo all’acquisizione dei cantieri Stx France (Leggi QUI). Secondo quanto riportato da Repubblica, l’intesa non dovrebbe essere allargata al comparto militare il cui riassetto richiede tempi e negoziazioni molto più lunghe considerati i rilevanti interessi in gioco. Il via libera potrebbe arrivare già al prossimo bilaterale tra Gentiloni e Macron in calendario il 27 settembre.

Attenzione ai titoli energetici, in vista della riunione odierna dell’Opec a Vienna sull’accordo relativo al taglio di produzione. Diversi spunti per Piazza Affari e gli altri listini del Vecchio continente potrebbero giungere anche dalle parole di Draghi, Constancio e Courè della Bce.