1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari arretra nella prima seduta di agosto, molto male Gtech e Atlantia

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora una seduta intonata al ribasso per Piazza Affari che ha aperto il mese di agosto con una flessione di oltre l’1%. Sul mercato hanno continuato a pesare i timori legati alle difficoltà della banca portoghese Banco Espirito Santo, anche oggi in caduta libera sulla Borsa di Lisbona. Sul fronte macro i dati di luglio circa l’andamento del mercato del lavoro statunitense, con non farm payrolls più deboli del previsto (+209mila rispetto alle +233 mila attese) e disoccupazione salita al 6,2%, hanno in parte allontanato la prospettiva di un rialzo anticipato dei tassi da parte della Federal Reserve. In chiusura l’indice Ftse Mib ha ceduto l’1,01% a 20.362 punti dopo aver toccato nel corso della seduta un minimo sotto quota 20.300 punti, livello più basso delle ultime sei settimane.
Tra i titoli che sono riusciti a schivare le vendite spicca Intesa Sanpaolo (+1,26% a 2,2558 euro ) che si è giovata dei conti trimestrali oltre le attese. Ca’de Sass ha chiuso il primo semestre del 2014 con un utile netto balzato del 70,6% a 720 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Nel secondo trimestre l’utile netto è salito a 217 milioni di euro, nettamente oltre le attese degli analisti interpellati da Bloomberg ferme a 118,7 milioni di euro.
Tra i peggiori Gtech (-3,94% a 17,28 euro) e Atlantia (-3,08%), entrambe accolte da diffusi ordini di vendita dopo la diffusione dei conti trimestrali.
Giornata difficile anche per Enel (-2,35%) con il mercato che guarda ancora al riassetto delle attività in Spagna e America Latina che passerà probabilmente anche attraverso la cessione di una quota di Endesa. Enel, secondo le indiscrezioni riportate oggi da Bloomberg News, si sarebbe rivolta a JP Morgan e Credit Suisse per la cessione di una quota massima del 22% di Endesa, di cui attualmente possiede il 92%. In tal modo la quota di controllo di Enel scenderebbe al 70% circa di Endesa che attualmente ha una valorizzazione di mercato di 30,5 mld di euro. Ieri l’a.d. di Enel, Francesco Starace, si è limitato a dire che la cessione di una quota della controllata spagnola rappresenta al momento solo un’opzione e non è stata presa alcuna decisione in merito.
Infine chiusura debole per Fiat (-1,86%) nella giornata storica in cui l’assemblea degli azionisti del Lingotto ha approvato la fusione tra Fiat e Chrysler e la conseguente nascita di Fiat Chrysler Automobiles. A favore della fusione hanno votato 551,8 milioni di azioni, mentre il fronte del no si è fermato a 100,1 milioni di azioni.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RINNOVABILI

Enel entra nel mercato delle rinnovabili in Russia

Enel, attraverso la sua controllata PJSC Enel Russia, si è aggiudicata due progetti eolici per una capacità totale di 291 MW, nell’ambito della gara indetta dal Governo russo per la realizzazione nel Paese di 1,9 GW di capacità eolica.

I due prog…

Enel: EGP acquisisce due parchi eolici in Campania

Enel Green Power ha concluso l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Amec Foster Wheeler Power da Amec Foster Wheeler Italiana, titolare di due parchi eolici in Campania con capacità installata complessiva pari a 54,5 MW. I due impianti, in e…

RINNOVABILI

Enel: siglato accordo tax equity in Usa per parco eolico Rock Creek

Enel Green Power North America, società del gruppo Enel che opera nel settore delle energie rinnovabili negli Stati Uniti, tramite la controllata Rock Creek Wind Holdings, LLC, ha siglato un accordo di tax equity del valore di circa 365 milioni di do…