1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari arretra in avvio, Stm e Telecom ancora in panne

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primi scorci della seduta di metà ottava con ancora prevalenza del segno meno a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib, reduce da due sedute incolori, segna un calo dello 0,71% a quota 19.300 punti. Pesa il deciso calo di ieri di Wall Street (-1,91% il Nasdaq) sulle nuove tensioni sul fronte dazi. Indiscrezioni riportate dal Financial Times indicano che gli Stati Uniti avrebbero cancellato un incontro con i funzionari cinesi volto a sgonfiare le tensioni commerciali.

A Piazza Affari tiene ancora banco la questione Telecom (-1,64% a 0,4387 euro). Ieri le azioni Telecom hanno bucato al ribasso i minimi storici risalenti al lontanissimo 1993. Dopo la bocciatura da parte dell’Agcom del progetto di separazione volontaria della rete Telecom in una società ad hoc, il management di Tim starebbe studiando che strade intraprendere con il fondo Elliott in pressing per convocare al più presto un tavolo sull’ipotesi di rete unica tra Telecom Italia e Open Fiber.

Male anche Stm (-1,56%) complice la debolezza dell’outlook trimestrale di Asml. Stm domani diffonderà i conti del quarto trimestre aprendo la stagione delle trimestrali i Italia. Tra i pochi segni più c’è Saipem (+1,25%) e Juventus (+0,73%).