1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari arretra alla vigilia del referendum Brexit, in corsa Ubi e Stm

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta senza smalto per Piazza Affari che strappa al ribasso in chiusura. L’indice Ftse Mib ha archiviato la giornata in flessione dello 0,62% a 17.323 punti con fitti ordini di vendite concentrati nell’asta di chiusura. A prevalere sul mercato sono le attese in vista del referendum britannico di domani sul cui esito rimane un’elevata incertezza. Il sondaggio di Survation, condotto lunedì, vede una stabilizzazione dei “remain” al 45% e un lieve aumento dei “leave” da 42% a 44%. Il direttore generale del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, ha sottolineato che l’eventuale vittoria della Brexit innescherà conseguenze negative sia per il Regno Unito che per il resto del mondo.
Sul fronte obbligazionario l’asta del Bund trentennale ha visto il rendimento di allocazione pari a 0,65% dall’1,03% dell’asta precedente. Si tratta del nuovo minimo storico.
Contrastato il comparto bancario: Banco Popolare ha chiuso in calo dell’1,59% dopo una prima parte di giornata in deciso rialzo; segno meno anche per Mps (-1,5%) e Bpm (-0,27%). In rialzo invece Unicredit (+0,87%). Migliore tra le banche è stata Ubi Banca (+1,87%) sostenuta dalle attese per l’annuncio del nuovo piano. Il Cda di UBI Banca del prossimo 27 giugno approverà il nuovo piano industriale 2019-2020. Secondo fonti di stampa il gruppo bancario avrebbe in piano la chiusura di 290 filiali e il taglio di circa 1.300 posti di lavoro. Piano industriale che punterà alla fusione delle banche rete, ossia Banca Regionale europea e Popolare Commercio e Industria, in modo da aumentare l’efficienza e da migliorare il Common Equity Tier 1.
A pesare sull’andamento dell’indice guida milanese i cali di due big quali Eni e Enel, scese entrambe di oltre 1 punto e mezzo percentuale.
Giornata positiva per STMicroelectronics (+1,44%) sostenuta dalle indicazioni del management che vedono positivamente il nuovo accordo di collaborazione con Qualcomm sui sensori per Smart Mobile Device.