1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Piazza Affari apre le porte alla Star Conference

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna protagonista a Piazza Affari il segmento Star con la Star Conference. Le società del segmento, diventato il riferimento per gli asset management che investono nelle piccole e medie imprese europee, incontrano la comunità finanziaria italiana e internazionale nella due giorni in programma oggi e fino a venerdì 2 marzo a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa Italiana.


Un successo quello dello Star che sta nella semplicità della sua value proposition e che è stato confermato nei numeri passati e presenti. A fine 2001, anno del suo debutto, Star contava 37 società quotate e una capitalizzazione di 8,2 miliardi di euro: oggi ne conta 77 per una capitalizzazione pari a 26,6 miliardi di euro. l’aggregato delle società Star mette in evidenza una crescita dei ricavi netti pari al 54% negli u5limi quattro anni. In crescita anche l’All Stars, l’indice rappresentativo di tutti i titoli del segmento, che ha messo a segno un +93%.
Star Conference, giunta alla sua sesta edizione, è l’evento che dà il via ufficiale al Roadshow 2007 di Borsa Italiana. I prossimi appuntamenti tra investitori internazionali e società STAR sono previsti a New York il 30 e 31 maggio, a Londra il 3 e 4 ottobre e a Parigi a fine novembre.

L’edizione 2007 offre l’opportunità di fare il punto sui risultati raggiunti e sulle prospettive future delle diverse società. Un messaggio chiaro arriva da Poltrona Frau. “Abbiamo fatto convivere aziende diverse e con una lunga storia alle spalle, delle prime donne – ha detto l’amministratore delegato del gruppo, Giuliano Mosconi a margine della Star Conference- e tutte le prime donne devono essere tutelate. Ma è soprattutto la diversità – ha aggiunto Mosconi – a dover essere tutelata”. Ma l’ad del gruppo leader mondiale nel settore dell’arredamento di alta gamma si è spinto oltre dichiarando che la forza del gruppo sta “nell’essere bravi in tutto il mondo”, un’attenzione al panorama internazionale, dunque, che ha portato Poltrona Frau a ottenere circa il 60/65% del fatturato da mercati internazionali. “Per crescere – ha concluso Mosconi – bisogna rinnovarsi in termini di prodotto. Per questo motivo siamo già pronti per il prossimo Salone del Mobile in programma in aprile”.


Notizie positive giungono anche da Cremonini. Un momento positivo che trova conferma nei numeri. Infatti, il focus dell’intervento, tenuto oggi a Piazza Affari, dall’amministratore delegato del gruppo alimentare, Vincenzo Cremonini, ha riguardato le dinamiche del IV trimestre che è stato archiviato con ricavi in crescita in tutti e tre i settori: distribuzione, ristorazione e produzione. “Quest’ultimo – ha comunicato Cremonini – è quello che darà le maggiori soddisfazioni nel corso del 2007”. Sul fronte produttivo, il gruppo ha poi espresso l’intenzione continuare a investire all’estero. Un segno più diffuso tra gli indicatori di redditività e un importante recupero della marginalità nel settore della produzione.


Spazio a Palazzo Mezzanotte anche per Fullsix. “Il 2006 non è stato un anno soddisfacente, soprattutto per quanto riguarda le performance domestiche”. Ha commentato così i dati del 2006 l’investor relator del gruppo, Giovanni Diadema nel corso della Star Conference. Diadema ha però anche colto l’occasione per presentare il budget 2007 che ha definito “ragionevolmente prudente”, una prudenza d’obbligo dopo i dati del 2006. Un budget economico con ricavi netti in crescita di circa il 13% e con un margine operativo lordo (Ebitda) pari a 6,4 mln (+106%). Per quanto riguarda l’aggiornamento del business plan, si è sbilanciato il presidente di Fullsix, Marco Benatti che ha dichiarato: “le linee guida del il nuovo piano sono state approvate proprio ieri e nelle prossime settimane si lavorerà – ha aggiunto Benatti – per presentare il nuovo piano nell’assemblea del 24 aprile”.