1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Piazza Affari ancora in rosso, Ftse Mib cede oltre l’1% -2-

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eni ha lasciato sul parterre lo 0,65% a 15,39 euro, in una seduta caratterizzata da volumi forti. “Sono in corso movimenti, ossia trasferimenti titoli Eni, in vista dello stacco della cedola”, ha spiegato un operatore contattato da Finanza.com. Un trader ha segnalato che si tratta di dividend washing, che “consiste nello sfruttare il vantaggio di parziale defiscalizzazione dei dividendi incassati, acquistando azioni o strumenti finanziari prima della distribuzione dei dividendi e nel rivendere al prezzo di acquisto depurato dei dividendi incassati i titoli così acquisiti”. Anche Generali (-0,42% a 14,16 euro) è stato un tema caldo di Borsa. L’Ad Sergio Balbinot, in un’intervista rilasciata al quotidiano La Tribune, ha spiegato che la compagnia triestina resta attenta a cogliere eventuali opportunità di crescita che si presenteranno sui mercati asiatici, attraverso una strategia definita selettiva.

La speculazione ha bussato alla porta di Enel (-0,47% a 3,68 euro). Il colosso elettrico sarebbe tra i candidati all’acquisizione del 51% di Enea, messo in vendita dal governo polacco. Nella short list per la privatizzazione ci sono cinque candidati. Tra i gruppi che avevano manifestato un interesse preliminare, secondo fonti di stampa, c’erano, oltre a Enel, Edf, Gdf Suez, Iberdrola e il magnate polacco Kulczyk. Il gruppo Enea è attivo nella generazione, distribuzione e trading di energia elettrica. L’esercizio 2009 si è chiuso con un fatturato di 1,6 miliardi di euro, un Ebitda di 275 milioni, un Ebit di 122 milioni e un utile netto di 119 milioni.