Piazza Affari: 2009 ampiamente positivo, le small cap meglio delle blue chip

Inviato da Redazione il Mer, 30/12/2009 - 16:05

Tempo di bilanci per Piazza Affari. Il 2009 andrà in archivio come un anno decisamente positivo con l'indice FTSE MIB storico che alla chiusura del 29 dicembre registra un incremento del 21% rispetto a fine 2008, +74% dai minimi registrati nel mese di marzo 2009. Lo si apprende dalla review sui mercati 2009 pubblicata oggi da Borsa Italiana. Il mese con la miglior performance è stato aprile (+20,14%), quello con la peggiore febbraio (-12,72%). La volatilità dell'indice FTSE MIB Storico è diminuita rispetto al 2008, passando da 30,4% a 24,3%. Marzo è stato il mese più volatile dell'anno, con un livello di 43,3%, dicembre il mese meno volatile con 11,2%. All'interno del mercato azionario il comparto delle Pmi, e in particolare il segmento STAR, si è segnalato per una performance migliore delle blue chip, con l'indice FTSE Italia Mid Cap in crescita del 23,4% su fine 2008 e il FTSE Italia STAR a +31,5%.
Gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 2,7 miliardi di euro e 252.000 contratti. Unicredit è stata l'azione più scambiata sia per controvalore, con un totale di 123,6 miliardi di euro (18,4% del totale), sia in termini di contratti con 6,6 milioni di contratti (10,3% del totale).
Il 2009 si chiude con 332 società quotate sui mercati di Borsa Italiana. Al netto delle 36 società del segmento MTA International, il numero di società quotate è di 296. Nel dettaglio si tratta di 73 società del segmento Blue Chip del mercato azionario, 73 del segmento Star, 134 del segmento Standard, 5 Investment Companies, 36 del segmento MTA International, 5 del mercato AIM Italia e 6 del MAC. In totale 8 nuove società hanno avviato le negoziazioni: 1 sul mercato azionario (segmento Star), 5 sull'AIM e 2 sul MAC. Il numero di società revocate (12) risulta in diminuzione rispetto agli anni  precedenti (18 nel 2008 e 16 nel 2007).
La capitalizzazione complessiva delle società quotate si è attestata a fine anno a 458,5 miliardi di euro, pari al 30,4% del Prodotto Interno Lordo, in crescita del 22% sul corrispondente dato di fine 2008 (374,7 miliardi e 23,8% del Pil).

Ennesimo anno di crescita sostenuta per il mercato EtfPlus. Il mercato dove vengono negoziati ETF ed ETC ha visto quest'anno salire gli strumenti quotati dai 326 di fine 2008 a 400 (+18,5%) in seguito alle 86 nuove ammissioni. Lo si apprende dalla review sui mercati 2009 pubblicata oggi da Borsa Italiana. Raggiunti nuovi massimi storici con riferimento agli scambi, con 215 milioni di euro giornalieri (+12,9% rispetto alla media del 2008) e 9.690 contratti al giorno (+73,1%). Complessivamente sono stati scambiati 54,3 miliardi di euro e 2,5 milioni di contratti.
Anno record anche per il MOT - 607 strumenti complessivamente quotati (91 Titoli di Stato, 289 Obbligazioni e 227 Eurobonds e ABS, a fronte di un totale di 564 a fine 2008) - che ha registrato il suo nuovo massimo storico per controvalore, con una media giornaliera di 902,6 milioni di euro (+29,4% rispetto al 2008) e 13.990 contratti (+16,0%). Sul SeDex, il mercato di covered warrant e certificates, con 3.289 strumenti quotati (3.192 a fine 2008), la media giornaliera degli scambi nell'anno 2009 è stata pari a 40,5 milioni di euro e 7.512 contratti, in calo rispetto all'anno 2008. Sull'Idem sono stati scambiati complessivamente 42,5 milioni di contratti standard (+18,4% sul totale 2008), che rappresentano il nuovo massimo storico.

COMMENTA LA NOTIZIA